Scherzo diabolico da fare ai call center

Ero in dubbio su come avrei dovuto chiamare questo articolo. L’alternativa che ho scartato è “Come punire i call center”. Non ho voluto chiamarlo così perchè non volevo scrivere una guida per torturare il mio prossimo, ma solo un qualcosa che possa regalarvi un minuto di divertimento.

Chiamano a casa continuamente ed iniziano sempre con la stessa tiritera che dura 1 minuto. Mentono e vi rifilano qualsiasi cosa pur di farvi chiudere il contratto. Anche se dite no, molti non depennano il vostro numero di telefono e continuerano a chiamarvi. Dopo aver detto no, no, NO, e ancora NO ci si esaspera ed è stato proprio questo a spingermi verso la vendetta.

Mi sono domandato: cos’è che magari potrebbe indurli a smettere o quantomeno a cancellare il mio numero dal loro elenco? Presto detto, non è difficile: ispirandomi ad una delle tattiche femminili più comuni, ho ben pensato di fargli annusare i soldi e poi mandarli in bianco. Ed ecco cosa ho fatto…

Come punire i call center:

All’ennesima telefonata dello scocciatore di turno vi direte interessati, e vi farete spiegare Dettagliatamente tutto ciò che vendono.

Alla richiesta di indirizzo o numero di telefono date tutti dati falsi.

Al momento di sottoscrivere (registrazione vocale o simili) spiegate che avete bisogno di un po’ di tempo per pensarci e chiedete cortesemente di richiamarvi tra 10 minuti.

Al termine dei 10 minuti nè chiedete altri 20.

Siamo all’epilogo ed allo scacco finale: quando vi richiameranno per la conferma definitiva direte che ci avete pensato, l’offerta era ottima e che però l’avete già sottoscritta con loro telefonando direttamente all’azienda (ovviamente non l’avete sottoscritto davvero).

La loro reazione (soprattutto per i call center che si spacciano per telecom, infostrada, tiscali etc) sarà il vostro balsamo di consolazione. Poichè instillerete nei vostri scocciatori la consapevolezza che hanno lavorato gratis, arricchendo i loro capo-ufficio o un’altra società, senza guadagnarci nulla. E’ ben diverso da un rifiuto.

Quando l’ho fatto io la ragazza del call center c’è rimasta così male che mi ha chiesto di disdire l’abbonamento che avevo fatto per conto mio con la telecom e di farlo di nuovo con la sua procedura, al chè io ho risposto:

“scusi ma lei non è sempre telecom? la ringrazio è stata gentilissima, la mia pratica può trovarla dai suoi colleghi”

AHAH – Poverina! 🙂

 

Mandatemi le vostre video-esperienze coi call center. Provvederò a pubblicarle e a inserirle nell’articolo.

ecomostro

Combatto per la gioia del lettore, trapassando le infide insidie della scrittura e crogiolandomi in un finale agrodolce.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.