Tecnologia al servizio dell’ambiente: la gestione informatica dei rifiuti

Grazie alla tecnologia, la gestione dei rifiuti non è mai stata così semplice e possiamo ringraziare un’azienda italiana per questo.

I millenials, ossia la nuova generazione nata negli anni 2000, sostiene di dover risolvere i problemi creati dalle generazioni precedenti, uno su tutti quello dell’inquinamento. È vero, ci sono tante forme di inquinamento, ma a essere sotto gli occhi di tutti è quello ambientale, legato a una cattiva informazione sulla gestione dei rifiuti. Grazie alla tecnologia però è possibile ricorrere alla gestione informatica dei rifiuti per digitalizzare il servizio di raccolta differenziata e guidare il cittadino verso comportamenti più consapevoli.

Immaginate quindi di avere a disposizione, sul vostro smartphone Android o iOs un’app che vi dica esattamente dove buttare i rifiuti in base a quanto stabilito dal vostro comune, anche sotto forma di assistente vocale. Sarebbe comodo vero? Oppure di poter accedere a cassonetti e isole ecologiche semplicemente con un badge o con il vostro codice fiscale e che il vostro comportamento virtuoso sia premiato con sconti in bolletta. L’app K-TARIP fa questo e molto altro infatti è l’unica che ti permette di monitorare in tempo reale il quantitativo di rifiuti raccolto presso la tua utenza, quello conferito presso l’isola ecologica e avere in un’unica comoda grafica tutte le informazioni relative ai tuoi consumi.

K-Tarip: l’applicativo cloud sviluppato da SIKUEL per la gestione integrata dei rifiuti

Tutto questo è reso possibile proprio dalla gestione informatica dei rifiuti. A oggi sono molti i software in commercio, ma uno dei più innovativi è nato proprio in Italia, nella magnifica città di Ragusa. K-TARIP si rivolge non solo ai cittadini, ma soprattutto alle aziende che gestiscono la raccolta rifiuti e alle Pubbliche Amministrazioni.

Grazie alla possibilità di pianificare le attività sul territorio, ottimizzare il percorso dei mezzi per la raccolta porta a porta in base a un sistema di chip inseriti nei contenitori, e monitorare in tempo reale i movimenti della flotta dei veicoli (oltre a tutti i dati relativi alla gestione del mezzo e della sua manutenzione), la tecnologia si mette al servizio dell’ambiente. È ottimizzando e misurando le risorse impiegate che si possono ottenere grandi risultati e questo gli ideatori di K-TARIP lo sanno bene.

È per questo che hanno pensato proprio a tutto: dalla distribuzione dei contenitori, alla raccolta degli ingombranti e della frazione verde passando per la segnalazione di eventuali anomalie, tutte riservate ai cittadini, alla gestione delle flotte, degli scarichi in deposito fino alla fatturazione riservata alle aziende.

Interamente in cloud, il servizio è accessibile da qualunque dispositivo collegato a internet. Sarà possibile monitorare attraverso grafici e statistiche i dati provenienti da tutti gli asset installati sul territorio. Niente è stato lasciato al caso. Tutto è indirizzato verso la creazione di una consapevolezza comune circa l’importanza di un corretto smaltimento dei rifiuti che, come è facile intuire,
parte proprio dal cittadino.

Un pensiero su “Tecnologia al servizio dell’ambiente: la gestione informatica dei rifiuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.