Miglior Conto Corrente per Azienda

In quest’articolo ho deciso di darvi un buon riepilogo di quelli che sono indicativamente i costi per aprire un conto corrente business, ovvero un conto per aziende. Mi concentrerò sui costi, la parte che più ci interessa, e lascio a voi approfondire le funzioni (apertura online, pagamento f24) che la singola banca offre. Ogni tanto aggiornerò l’articolo e riporterò la data dell’ultima verifica.

Costi Conto Corrente per Persone Giuridiche (sas,srl,spa,etc..)

Aggiornato al 27/07/2021

Nome BancaCosto Annuo (Indicativo)
Link OpinioneRating
Che Banca!300 €Conto BusinessInteressante, pochi costi aggiuntivi
Unicredit108 € – 276 €Conto ImpresaMolti costi aggiuntivi e tariffe finali imprevedibili.
Banco di Napoli120 €- 360 €Business InsiemeIn aggiunta alcuni costi aggiuntivi, ma chiari
WebankNon più disponibile per le aziende ma era molto buono 
Fineco71,40 €Small Business50 op gratis, poi costo per op singola
Widiba300 €Conto Persone GiuridicheNessuna spesa aggiuntiva, ma obbligano a fare “investimenti”
IngDirectnon lo offrono 
Deutsche Bank144 €For Business OnlineVari costi aggiuntivi
Credem79.2 €Business WebPrimi 6 mesi niente canone
Ubi Banca96 €Formula ImpresaOperazioni Gratis online, ma solo alcune.
Hello Banknon lo offrono! 
Bnl600 €Conto Bnl AziendaleCosti elevati: fissi e variabili. Il peggiore.
Credit Agricole120 €Conto ProfessionistiSpese aggiuntive medio-basse
N26 BankNon lo offrono 
Banca Sella96 €Aziend@WebBonifico 0,75 euro
PosteItaliane144 € Business LinkSolo canone, danno anche la carta

Sembra proprio che quasi tutti facciano pagare un costo per operazione che oscilla da 0,70 centesimi a 3,00 euro. Talvolta offrono servizi assicurativi ed extrabancari.

Ho notato anche qualcos’altro: su internet la maggioranza dei siti che tratta l’argomento consiglia Hello Bank. Peccato che si tratta di articoli promozionali, ed anche inutili: perchè hello bank non fa conti correnti per imprese (leggilo sul loro sito).

Il più economico, quindi Migliore, ad oggi risulta Bancoposta Business Link subito seguito da Credem.

Aggiornamento del 15/12/17

Se la propria necessità è quella di ricevere pagamenti e si è disposti a rinunciare ad alcuni servizi (a mio parere) di poco conto (come la possibilità di versare assegni) è possibile richiedere una carta prepagata aziendale. Alcune banche purtroppo la offrono obbligatoriamente insieme al conto corrente.

I vantaggi sono che si ha l’IBAN per ricevere pagamenti intestati all’azienda e una carta con cui ritirare i soldi a costi davvero contenuti. Ed ecco quindi la tabella delle carte aziendali:

Nome BancaCosto Annuo (Indicativo)
Link OpinioneRating
Intesta Sanpaolo18 €PrepaidTranello: per aprirla serve un c/c
Wirecard Card Solutions60 €Soldo BusinessMolti costi
Unicredit5 €UNICREDITCARD BUSINESS EASYTranello: per aprirla serve un c/c
Banca Sella58 €Visa BusinessTranello: per aprirla serve un c/c
Ubi Banca12 €Enjoy BusinessBene: ma non si possono pagare f24
N26 BankNon lo offrono 

Aggiornamento del 27/07/2021

Poste.it ha lanciato un nuovo conto che si chiama Business link: danno la carta di debito, il conto italiano e le operazioni di bonifico e addebito via carta sono illimitate e gratuite. Peccato che è l’azienda con il peggior servizio clienti mai visto. L’offerta economica merita una menzione: se vi interessa armatevi di tanta pazienza.

Aggiornamento 01/09/2021

Per Banca Widiba sembra che sia possibile aprire il conto solo tramite “consulente finanziario” il quale ci ha detto che il conto non ve lo aprono se non investite almeno 100 euro al mese in “investimenti”.

ecomostro

Combatto per la gioia del lettore, trapassando le infide insidie della scrittura e crogiolandomi in un finale agrodolce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.